Lifting Viso con Fili di Sospensione

Lifting Fili di Sospensione

Cos’è e quando si usa il lifting con fili di sospensione?

Il lifting al viso con fili di sospensione è una delle più moderne e innovative tecniche di chirurgia estetica. Pensata per chi vuole avere un aspetto più giovane senza sottoporsi ad un vero e proprio intervento di lifting tradizionale, questa tecnica si distingue per essere poco invasiva e per non lasciare segni di suture o di intervento.

I campi di applicazione riguardano tutta la parte medio-facciale del viso e la pelle del collo. Si può, quindi, intervenire in caso di guance e collo cadenti ed effettuare un lifting del sopracciglio, degli zigomi e del naso. Tra i suoi pregi vi è il fatto di intervenire nella parte sottocutanea, stimolando il tiraggio dei muscoli del viso senza alterare in modo evidente i tratti somatici o senza creare limiti nell’espressività del viso.

Si tratta di forme di intervento particolarmente indicate per persone tra i 40 e i 60 anni e i risultati variano a seconda della pelle e della muscolatura. Alcune procedure si possono applicare anche alle gambe, alle braccia e ai glutei.

Lifting senza anestesia

Le tecniche per il lifting al viso con i fili di sospensione sono diverse e si distinguono soprattutto per la durata media degli effetti dell’intervento.

Tra i metodi meno invasivi e più economici vi è quello che prevede l’inserimento di fili riassorbibili in PDO (Polidiossanone), attraverso degli aghi piccolissimi che li ancorano in determinati punti della pelle. Si tratta della forma di intervento più semplice e può essere eseguita in una ventina di minuti senza lasciare ecchimosi o lividi.

I costi, inoltre, sono sensibilmente inferiori rispetto ad un lifting standard e possono situarsi tranquillamente sotto i mille euro per seduta. Il difetto principale di questa tecnica è che necessita di sedute regolari per poter mantenere l’effetto costante nel tempo. Infatti, la tenuta di questo tipo di metodologia si aggira tra i quattro e i dieci mesi. Si tratta, però, di una buona soluzione per chi vuole avere un primo approccio con la chirurgia estetica.

Fili Permanenti

Una soluzione più complessa e un po’ più onerosa prevede l’uso di fili permanenti, che possono eventualmente essere tirati ulteriormente col tempo. Questa procedura è comunque poco invasiva e non lascia segni visibili. Viene effettuata un’unica incisione nella zona temporale, senza necessità di radere i capelli e che rimane comunque invisibile in seguito.

Si tratta di un intervento che viene svolto in anestesia locale o con lieve sedazione, della durata inferiore ad un’ora e con un tempo di recupero di uno o due giorni. Il costo, in questo caso, può aggirarsi tra i duemila e i quattromila euro, ma i risultati possono durare dai due ai quattro anni. L’intervento di lifting con fili di sospensione può essere associato anche ad altri interventi estetici che, eventualmente, possono essere eseguiti in contemporanea. Tra i possibili interventi vi sono la blefaroplastica e le iniezioni di botulino.

Pregi e difetti del lifting con fili di sospensione

Tutte le tecniche di lifting con fili di sospensione hanno in comune alcuni vantaggi e alcuni svantaggi. Tra i primi troviamo la bassa invasività dell’intervento e la totale assenza di segni permanenti. Inoltre, i fili intervengono direttamente su punti critici della muscolatura, creando un effetto lifting naturale, senza alterare l’espressività del viso.

Questo effetto si manifesta anche in una stimolazione dei muscoli facciali che si attiva e si svolge nel tempo. I risultati effettivi, quindi, non sono immediati ma si vedono a breve distanza dal trattamento. Si tratta della soluzione ideale per chi vuole apparire più giovane mantenendo un aspetto naturale. I difetti, in tutte queste procedure, si concentrano sulla durata. Che si tratti di pochi mesi o di qualche anno, in nessun caso si avrà un ringiovanimento permanente e, di conseguenza, si dovrà ricorrere ad ulteriori sedute.

Lifting Viso: Ringiovanimento

Lifting Viso

Il lifting è una tecnica chirurgica impiegata per il ringiovanimento del volto ed apporta significativi miglioramenti, donando un aspetto giovanile senza modificare la fisionomia naturale del volto. L’esposizione al sole, lo stress o l’alimentazione sbagliata, nonché la forza di gravità, associati al trascorrere degli anni comportano l’invecchiamento del viso e del collo e l’insorgere inevitabile di rughe. Il lifting al viso a Milano permette di far scomparire questi inestetismi e di riposizionare i muscoli facciali, donando quindi un aspetto giovanile e fresco.

Durante l’invecchiamento i fattori che entrano in gioco sono essenzialmente l’invecchiamento dei tessuti e la loro discesa, nonché la perdita di spessore e di volume, pertanto per un corretto trattamento si deve agire su questi fattori. Il lifting interviene in maniera efficace su questi fattori con risultati eccellenti in poco tempo ed in maniera poco invasiva. Infatti l’intervento dura poche ore e non è assolutamente doloroso.

Nei soggetti più sensibili si può avvertire un semplice fastidio locale che scomparirà in poche settimane. Alla fine dell’intervento il paziente sarà bendato per alcune ore, onde evitare possibili ematomi. A secondo del grado di invecchiamento della pelle del viso e delle zone dove intervenire esistono diverse tecniche:

Lifting endoscopico: per ripristinare la perdita di tessuto adiposo
Lipofilling: per ripristinare la perdita di volume agli zigomi e alle guancie
Lifting Radiofrequenza: per stirare il viso e rilassare la cute
Filler: per correggere le rughe

A Milano puoi affidarti ad un chirurgo specialista del lifting al viso come Angelo Cossetta.

Tutte le tecniche sono naturalmente indolori e poco invasive.
Le tecniche sebbene in essere da anni e sicure devono essere applicate da esperti del settore, onde evitare eccessivi stiramenti o estremi riempimenti che visivamente danno un senso plastico. Pertanto solo professionisti possono impiegare queste tecniche in modo da ripristinare l’aspetto naturale del viso senza eccedere.

Naturalmente il lifting riporta l’orologio indietro nel tempo di diversi anni, ma la sua corsa in avanti dipende da come si prende cura del proprio viso dopo l’intervento. Il consiglio è quello di fare delle piccole e semplici cure per far in modo che il risultato si mantenga eccellente nel più lungo tempo possibile.

Sebbene l’intervento di lifting del viso a Milano duri poche ore e sia poco invasivo, le cliniche più scrupolose ed avanzate preferiscono mantenere il proprio paziente almeno per un giorno, così da potersi sincerare del risultato, ma soprattutto evitare qualunque inconveniente, anche se di minima entità. Post intervento e post ricovero il viso sarà rosso e potrebbero esserci anche piccoli segni dovuti all’operazione, ma naturalmente guariranno in poche settimane.

Il periodo più adatto per questo tipo di intervento è sicuramente l’inverno, poiché le bende che si dovranno portare, sebbene per un breve periodo, potrebbero essere fastidiose d’Estate quando fa caldo. Inoltre d’Inverno il viso è soggetto ad una minore esposizione al sole, che nei primissimi giorni potrebbe recare un leggero fastidio.

Per quanto invece concerne l’età non ci sono limiti, dipende semplicemente dal risultato degli esami necessari prima dell’intervento e per valutarne l’idoneità. Gli interventi di lifting del viso non sono mai uguali ma devono essere valutati e personalizzati in base alle esigenze del paziente e dalla sua fisionomia. Pertanto è fondamentale instaurare una vera e propria collaborazione a riguardo con il proprio medico così da delineare quale intervento di lifting sia più adatto, ma soprattutto dove intervenire, inoltre è fondamentale rivolgersi a cliniche di fiducia che abbiano macchinari all’avanguardia e che dispongano di professionisti che siano esperti conoscitori della materia, ma che soprattutto sappiano consigliare nel miglior dei modi per un risultato senza ripensamenti.

Per questo è sconsigliato rivolgersi a professionisti che millantano sconti eccessivi e risultati comunque eccezionali, poiché, affinché i materiali impiegati sia di prima qualità e tecnologicamente avanzati è necessario sostenere costi che inevitabilmente poi si ripercuotono in tariffe più alte, ma proprio a sicurezza del paziente ed a garanzia di un risultato preciso e ottimale.